Vai al contenuto
Unione Europea giovani

L’Europrogettista, una nuova figura professionale

“Ma chi è l’Europrogettista?”

L’Europrogettista è l’esperto dei principali programmi europei e delle tecniche di Europrogettazione, finalizzate al reperimento di finanziamenti europei ed internazionali. E’ una figura professionale ancora poco conosciuta, ma importante per via della crescente rilevanza dell’Unione Europea e per la necessità di diversificare la ricerca di fondi – concentrata fino a pochi anni fa sul settore bancario, specie per i privati – per la realizzazione di progetti di investimento, ricerca, innovazione o promozione.

La progettazione europea, o Europrogettazione, ha la finalità di catalizzare le idee dei proponenti in un progetto ben definito dal punto di vista economico-finanziario, funzionale e orientato agli obiettivi nonché con una particolare attenzione ai temi della comunicazione, della gestione integrata e della partecipazione ai processi di cambiamento.

# Europrogettista una nuova figura professionale #

L’Europrogettista, quindi, può avere:

  • un ruolo funzionale come Tecnico europrogettista;
  • un ruolo manageriale come Europroject manager.

Le sue attività principali comprendono:

  • la definizione del progetto e la sua condivisione con più soggetti;
  • la costruzione di obiettivi strategici e la valutazione di coerenza tra missione e progetto, promuovendo la fattiva collaborazione di tutti gli attori coinvolti (Team building e Team manager);
  • la definizione formale del progetto, nonché la pianificazione con l’assegnazione e l’organizzazione di risorse e strumenti adeguati;
  • la definizione degli strumenti, delle metodologie e dei criteri di monitoraggio e valutazizone.

Quanto è competente l’Europrogettista?

L’Europrogettista deve:

  • conoscere approfonditamente il contesto istituzionale e sociale di riferimento;
  • conoscere approfonditamente il concetto di sviluppo integrato, di sviluppo sostenibile, di governance;
  • conoscere le metodologie di gestione partecipata;
  • avere un’ottima conoscenza della progettazione tecnica (ad esempio la pianificazione strategica);
  • essere in grado di gestire molteplici relazioni, anche con culture e lingue differenti, e di creare nuove relazioni ai fini progettuali;
  • conoscere strumenti di ricerca, di programmazione e diffusione delle informazioni;
  • essere fortemente creativo.
  • Conoscere le metodologie del project management;
  • avere una formazione adeguata in campo contabile, finanziario e giuridico.

E’ importante l’Europrogettista?

Sì, certo. E lo è sempre di più.

L’Europa, intendendo la sede dell’Unione Europea in questo caso, pare lontana, ma i suoi assunti e le sue norme sono più vicini a noi di quanto si pensi. L’Italia, membro fondatore della UE e delle precedenti comunità europee, recepisce la legislazione europea e ne adotta i contenuti in tantissimi campi. La nostra nazione, inoltre, nonostante sia un contributore netto (concede più risorse di quante ne riceva) è percettore di fondi provenienti dal bilancio comunitario, sia in modo diretto (fondi erogati dalla Commissione europea da Bruxelles) sia in modo indiretto (Mai sentito parlare di FESR?). Le competenze dell’Europrogettista sono utili per entrambe le tipologie di fondi, diretti e indiretti.

Non solo. La progettazione europea è concentrata sugli obiettivi e l’Unione Europea negli anni ha adottato uno stringente monitoraggio dei risultati attesi, permettendo sia una spesa più efficiente dei soldi pubblici (minori sperperi sebbene siano ancora presenti) sia un miglioramento costante dei processo di gestione progettuale (dall’ideazione fino alla rendicontazione). Le ricadute positive di una buona progettazione iniziano a manifestarsi in quanti adottano le stesse strategie e linee guida.

L’Italia, grazie alle migliori performance dei progetti europei e grazie al processo di convergenza normativo, ha iniziato ad adottare strategie analoghe per la gestione dei propri fondi pubblici, sia rivolti ai privati sia per gli organismi pubblici (scuole, Province, Comuni), facendo emergere le competenze dell’Europrogettista anche sulla scena nazionale.

Scopri i nostri servizi di Europrogettazione, vedi la pagina dedicata.

# Europrogettista, una nuova figura professionale #